Passa ai contenuti principali

Il campo elettrico sulla Terra piatta

Se parliamo di una carica negativa non intendiamo davvero, nel nuovo modello, una particella negativa. Al contrario, intendiamo un numero di particelle legate insieme. Costituiscono un punto in cui vi è scarsità rispetto alla distribuzione media di eteroni nello spazio. Con questo nuovo modo di vedere le cose andiamo ad analizzare il concetto di campo elettrico.

L’energia che raccoglie e mantiene unita questa abbondanza di etere (se parliamo della carica positiva) deve attirarle verso il centro della carica. È una sorta di anticiclone che costituisce il sistema ad alta pressione e che spinge l’aria verso il centro. Incredibilmente, per studiare il campo elettrico dobbiamo in realtà utilizzare la fluidodinamica. L’idrodinamica quantistica è la disciplina che studia lo spazio vuoto elastico che noi abbiamo individuato essere l’etere. La carica negativa è il ciclone, un vortice che spinge via l’aria per produrre un’area a bassa pressione, cioè una zona di scarsità di etere. La carica positiva è l’anticiclone.

elettromagnetismo

Una carica negativa e una positiva si attraggono. L’unità di misura per la carica è il Coulomb. Un Coulomb è la carica elettrica mossa in un secondo attraverso un conduttore da una corrente di un Ampere. La corrente non è altro che un movimento di eteroni causato da una differenza di potenziale, cioè da un campo elettrico.

Un Coulomb è circa 6,15 ×1018 volte la carica di un elettrone. È un valore enorme. Per esistere, una carica deve essere prodotta da un vortice, un movimento oscillante di elettroni che si sviluppa da energia accumulata. Senza il vortice, un accumulo o una scarsità casuale di etere si disperderebbero immediatamente nella distribuzione media di etere per ricostituire l’equilibrio. L’influenza che il vortice esercita nello spazio vicino si chiama campo elettrico. Questo campo è un cambiamento nello stato delle cose dello spazio che, essendo riempito di etere, ha caratteristiche di elasticità e inerzia. Einstein definì questa deformazione elastica come la curvatura dello spazio-tempo.

La forza attrattiva o repulsiva che una carica esercita su un’altra la carica è data dalla ben nota formula:

elettromagnetismo

dove ε0 è una caratteristica dello spazio vuoto, cioè dell’etere. Si chiama costante dielettrica o permettività del vuoto. Questa costante quantifica la propensione dell’etere a deformarsi sotto l’influenza di un campo elettrico. Il valore della permettività per l’etere è:

campo elettrico.

Questo è il valore più basso in natura. È un po’ più alto per l’aria, 80 volte maggiore per l’acqua e, comunque, più alto per qualsiasi altro materiale.

La formula per la forza esprime l’idea che essa diminuisca con l’aumento della distanza tra le due cariche. Per questo motivo si vede il raggio al quadrato a denominatore. Dovrebbe essere facile da capire. Si pensi ad esempio a due magneti. Questi non sono due cariche, ma sono qualcosa di non troppo diverso. L’effetto magnetico di un magnete sull’altro diminuisce con la distanza. Diventa invece molto più forte man mano che i magneti si avvicinano.

Per spiegare meglio il concetto del raggio al quadrato, possiamo di nuovo pensare all’analogia ciclone-anticiclone. Quando il ciclone e l’anticiclone sono molto vicini, il gradiente di pressione è maggiore. Ciò significa che c’è una grande differenza di pressione a poca distanza. Il conseguente vento sarà forte come un tornado. Se i punti di alta e bassa pressione sono invece lontani, il vento sarà molto più debole.

Questa formula sopra riportata sembra descrivere bene l’effetto di un campo elettrico. Molti sono stati portati a credere che si possa descrivere l’effetto della gravità allo stesso modo, con il raggio al quadrato. Dicono che due corpi dotati di una massa esercitano una forza di attrazione l’uno sull’altro. Ritengono opportuno evidenziare l’analogia tra queste due formule:

elettromagnetismo

Possiamo prendere in considerazione la possibile analogia: i due corpi sono le due cariche. La forza generata è proporzionalmente inversa al raggio quadrato. Tuttavia, mentre la prima formula è ragionevolmente corretta, la seconda dovrebbe essere esclusa. Se questa seconda formula fosse vera, la Terra sarebbe un globo. Ormai abbiamo molte prove che il globo è una fantasia .

La prima formula descrive la forza esercitata da un campo elettrico. Ma che dire di un campo magnetico? Proverò a descriverlo nel mio prossimo articolo. Inoltre, dovremo capire come, nel nostro modello, un atomo si combina con gli altri atomi.


Michele Vassallo è un ingegnere meccanico. Nel 2015, quando scoprì il movimento emergente degli American Flat Earthers, si sentì stupito e affascinato. Presto si rese conto che la Terra non poteva essere un globo. Nonostante il fatto che gli argomenti venuti alla ribalta fossero e siano ancora incompleti e contengano molti errori, il concetto generale di una terra piatta sembra assolutamente degno di indagine.

Tra le sue migliori scoperte c’è la reintroduzione dell’etere nella fisica della terra piatta e una nuova visione della natura della luce.

E’ coautore del libro “The real measures of the (flat) Earth” edito da Aracne editore e del blog “rifugiatidipella.com“. Dal 2019 produce materiale video inerente la Terra piatta sul suo canale Youtube “earthmeasured”.

...continua sulla fonte https://ift.tt/3e7GoF4 che ringraziamo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Regole nella Coscienza di Krishna

Carissimo Ramananda das, Hare Krishna! Grazie per la buona domanda, che mi da’ l’occasione di parlare di Krishna e dei Suoi insegnamenti. Srila Rupa Govami (benedetto lui) dice che nella coscienza di Krishna ESISTONO SOLO DUE REGOLE e due principi regolatori: 1. Ricordarsi sempre di Krishna 2. Non dimenticarsi mai di Krishna Per aiutarsi ad arrivare a questo punto, esiste una milionata di regole “di assistenza”, che pian piano ci portano al livello del puro amore per Dio. Sempre Rupa Gosvami (benedetto, benedetto) dice che ci sono due cose che ci fanno cadere dal ricordo di Krishna (cioe’ dalla COSCIENZA di Krishna): 1. Non seguire le regole 2. Seguire le regole per le regole Infatti, non dobbiamo seguire le regole in modo stupido: Srila Prabhupada (benedetto) diceva spessisimo, in un sacco di conversazioni con devoti che gli chiedevano come “regolarsi”, che NON C’E’ NIENTE CHE POSSA SOSTITUIRE IL BUON SENSO. E ne diede la dimostrazione pratica in un sacc

Shrila Prabhupada e devoti gay

Per quanto ho visto, gli scambi di Prabhupada con amici omosessuali e discepoli erano sempre straordinariamente amorevoli e gentili. Anzi, si prendeva cura di loro ed era evidente una grande preoccupazione perché si sentissero benvenuti e inclusi nel suo Movimento per la Coscienza di Krishna. E’ molto triste che questo atteggiamento amorevole sia diventato per lo più assente oggi tra molti dei discepoli e seguaci di Srila Prabhupada. I devoti sembrano ossessionati solo dall’aspetto sessuale dell’omosessualità, non riuscendo ad affrontare le più importanti considerazioni umane e personali sottolineate da Srila Prabhupada stesso. Un puro devoto cerca sempre le buone qualità negli altri, mentre i neofiti si dilettano nel sottolineare difetti e debolezze. Per quanto riguarda i gay e le lesbiche, Prabhupada personalmente ci ha insegnato come ricevere e trattare loro, quindi perché semplicemente non ascoltare e seguire il suo esempio? Srila Prabhupada ha incontrato molte volte con All

La Thailandia colpita ad uno sconvolgimento geologico senza precendenti!

http://terrarealtime.blogspot.com/2012/05/la-thailandia-colpita-ad-uno.html via Byline 9 maggio 2012 - Bangkok - Cosa sta succedendo in Thailandia ? Enormi fenditure si stanno aprendo nel suolo,intere strade che sprofondano,crepe di centinaia di metri stanno mettendo a repentaglio l'incolumita' di intere comunita'.Sembra che il territorio stia subendo uno sconvolgimento geologico senza precedenti.I movimenti della placca Indo Australiana stanno alterando gli equilibri di tutto il sud est asiatico ,colpito da forti terremoti negli ultimi mesi,e che stanno facendo risvegliare i piu' pericolosi vulcani dell'area. 9 maggio 2012 Bangkok,Thailandia Collassa improvvisamente una strada per centinaia metri... 8 maggio 2012     Nel distretto di Klong Luang,thailandia Una strada che costeggia un canale (costa occidentale) è sprofondata fino a 1,5 -2 metri  per 100 metri di lunghezza in diverse parti. Il crollo avvenuto vicino alla strada, che passa attraverso una zona residen