Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

Il gran dispiacere del cane abbandonato. La foto commuove il mondo

Quando una foto comunica più di mille parole. Miley, la cagnolona nella foto seduta con il muso rivolto verso il muro, è stata appena abbandonata in canile. «Di fronte a questa scena i nostri cuori si sono spezzati. Marley, a sinistra, stava vicino a Miley, devastata dopo essere stata appena lasciata al canile dai suoi proprietari. I due si erano da poco conosciuti durante una sessione di gioco – ha scritto il personale del rifugio – Miley è arrivata qui sorridente, ma quando si è resa conto che non sarebbe più tornata a casa, si è messa in un angolo con il muso rivolto verso il muro». Potrebbe anche essere sintomo di malattia, ma è chiaro che questa cagnolona necessita di calore umano e cure. «Ha subito accettato l’amore dei volontari della struttura e di Marley. Ha bisogno di trovare al più presto una famiglia che la accolga per sempre» hanno concluso i responsabili del centro. Miley probabilmente non dimenticherà mai il senso di perdita che ora la attanaglia, ma ha ancora moltiss

Il 1° giorno della Cop21 raccontato coi tweet

Cop21 di Parigi. Il primo giorno della conferenza Onu sui cambiamenti climatici ha visto salire sul palco di Le Bourget i rappresentanti di alcuni degli stati che più inquinano. Primi tra tutti Barack Obama e Xi Jinping. Sul palco anche David Cameron e Putin. Le sorti del clima e degli abitanti della Terra si decideranno in questi giorni a Parigi dove si cercherà di raggiungere un accordo globale vincolante per contenere entro i 2°C l'aumento delle temperature. Il tempo è scaduto e la percezione di essere ormai sull'orlo del baratro sembra essere più che mai concreta. Ieri nelle più grandi città del mondo, la popolazione è scesa in strada per manifestare , chiedendo di fare il possibile per scongiurare la catastrofe ambientale. Ma ecco un racconto  della prima giornata di negoziati: Il presidente di Kiribati, uno dei paesi più a rischio a causa dei cambiamenti climatici, ha detto che la nostra stessa sopravvivenza è in gioco. “La domanda ora dovrebbe essere, siamo davve

Alla fine arriva LISA!

Alla fine arriva LISA! Altrogiornale.org . Il lancio è previsto per mercoledì 2 dicembre 2015 alle ore 4:15 GMT (ore 5:15 di mattina in Italia), dalla base di lancio di Kourou in Guyana francese. La sonda viaggerà fino al punto di Lagrange L1, una posizione virtuale di equilibrio gravitazionale nello spazio a circa 1,5 milioni di chilometri dalla Terra in direzione Alla fine arriva LISA! Altrogiornale.org . ...continua sulla fonte http://ift.tt/1l2u2Cp che ringraziamo.

Cannella: come consumarla in modo corretto e in quali quantità

Alcuni alimenti, come le bacche di goji e i semi di chia, stanno diventando sempre più popolari sulle nostre tavole e nella nostra alimentazione, insieme ad altri ingredienti di cui è importante conoscere il modo corretto e la quantità di assunzione. Dei semi di chia e delle bacche di goji a questo proposito vi avevamo già parlato. Ora invece andiamo approfondire questo argomento per quanto riguarda la cannella. Forse nella vostra cucina avete già un barattolo di cannella in polvere da utilizzare per insaporire i dolci. Ma quanta cannella dovremmo assumere in modo da ottenere degli effetti benefici per la nostra salute? La scienza sta approfondendo i benefici per la salute della cannella , che da secoli viene utilizzata sia come spezia per cucinare sia come rimedio naturale. La cannella ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, può aiutare a ridurre i livelli degli zuccheri nel sangue, allevia i dolori mestruali, facilita la funzionalità dell’intestino ed è utile in caso di

Come e perché dovremmo vivere la vita momento per momento

Cogliere l’attimo, vivere il momento fino in fondo, concentrarsi sul qui e ora: ne siamo davvero capaci? Nel corso del tempo la tradizione filosofica sia occidentale che orientale ha riflettuto molto sul modo in cui dovremmo vivere la nostra esistenza, a partire dalla concezione del tempo che abbiamo a disposizione. Ricordiamo, ad esempio il "De brevitate vitae" si Seneca e il "Carpe diem" di Orazio, secondo cui è meglio vivere l’attimo piuttosto che interrogarsi inutilmente sul destino che ci attende.. La verità è che non possiamo sapere in anticipo con esattezza cosa ci accadrà domani, oppure questa sera. E non siamo nemmeno a conoscenza della durata della nostra vita. Di fronte a questo pensiero, non possiamo che ritenere giusto provare a vivere momento per momento. Vivere nel qui e ora non significa, però, rinunciare a progettare il nostro futuro. Infatti possiamo prefissarci alcuni obiettivi che vorremmo raggiungere nella nostra vita e decidere quali sono

Coniglio morto in diretta radio: la provocazione di Giuseppe Cruciani de La Zanzara

Includere il coniglio tra gli animali  d'affezione. Un concetto che molti di noi probabilmente non solo apprezzano, ma anche condividono. Non è così per il giornalista de La Zanzara – Radio 24 Giuseppe  Cruciani, che questa mattina si è lasciato andare a una scena che di giornalistico ha davvero poco. Cruciani si è presentato con un coniglio scuoiato preso dal macellaio , come racconta . “ Un meraviglioso coniglio, stupendo, proprio come i coniglietti che vediamo nei film”. Non impiega molto a spiegare le sue intenzioni. “ Questo coniglio andrà a un ristorante per essere cotto al forno” sostiene, negando che si tratti di un gesto provocatorio Perché? La sua motivazione è presto detta: “ C'è gente che vuole equiparare i conigli ai cani e ai gatti”. Il riferimento è alla campagna # coraggioconiglio di Animal Equality e della LAV, supportata da un' indagine shock che mostrava gli orrori dell'industria del coniglio . L'iniziativa invita a non mangiare carne di

Yasuni: quella strada petrolifera illegale che minaccia le tribù incontattate e la foresta amazzonica (PETIZIONE)

Le tribù native dell’ Ecuador e la foresta amazzonica presente sul territorio del Paese sono in pericolo a causa dell’inizio imminente di nuove operazioni per la ricerca e l'estrazione del petrolio . Si rischia un vero e proprio genocidio, oltre a una grave minaccia per un ambiente che dovrebbe rimanere incontaminato. Il Ministero dell’Ambiente in Ecuador sta per concedere la licenza ambientale per lo svolgimento delle operazioni petrolifere nel lotto 55, conosciuto anche come Campo Armadillo. Si tratta di un territorio abitato da popolazioni indigene in isolamento volontario. La lettera aperta rivolta al Governo dell’Ecuador da parte di Salviamo La Foresta chiede la chiusura definitiva del Lotto 55 e l’annullamento di tutte le concessioni emesse per il medesimo. Chiede, in particolare, l’ampliamento della Zona Intangibile Tagaeri Taromenae fino a questo lotto e oltre, tanto da stabilire un territorio che protegga a tempo indeterminato l’integrità ed i diritti umani fondame

I 10 cibi di Natale più inquinanti, da bandire dalle tavole

Si avvicina il Natale e tante famiglie stanno già pensando a cosa mettere in tavola per il cenone e i pranzi in famiglia. La Coldiretti, però, punta il dito su una black list di cibi che sarebbe decisamente meglio evitare se abbiamo a cuore l’ambiente oltre che il nostro portafoglio. Si tratta di alimenti, principalmente frutta e verdura, completamente fuori stagione ma che troppi italiani scelgono comunque di acquistare e mangiare a Natale noncuranti dei tantissimi chilometri che devono percorrere per arrivare sulle nostre tavole . Si parla ad esempio di ciliegie e pesche provenienti dal Cile, che per raggiungerci devono superare 12mila chilometri con un consumo di 6,9 chili di petrolio e drammatiche emissioni di anidride carbonica: ben 21,6 chili!, L’elenco, frutto di uno studio divulgato dalla Coldiretti, è molto lungo: mirtilli dall’Argentina, anguria dal Brasile, noci dalla California ,ecc. “Un chilo di mirtilli dall’Argentina deve volare per piu’ di 11mila chilometri con

Matrimonio green: le partecipazioni che si piantano per far nascere i fiori (FOTO)

State pensando di organizzare un matrimonio green ? Se siete ancora indecisi sulle partecipazioni , ecco un’idea che potrebbe fare per voi. La tradizione di consegnare a mano le partecipazioni è ancora molto viva, nonostante le possibilità offerte dal web. Una partecipazione vera e propria, stampata su carta, infatti, risulta comunque molto più significativa di qualsiasi invito spedito via e-mail. Le partecipazioni hanno una marcia in più quando possono essere riutilizzate e non rimangono un semplice biglietto da conservare nella scatola dei ricordi. Ecco allora l’idea di creare delle partecipazioni che si trasformeranno in fiori . Questi speciali biglietti d’invito si chiamano “Se mi ami mi pianti” . Sono realizzate in carta riciclata e al loro interno hanno degli inserti e delle fascette in “carta semi”. La carta semi è carta riciclata che al suo interno contiene un impasto di semi di fiori di campo . Questa carta può essere piantata direttamente in un vaso. Così nel giro di poc

Via gli animali dal circo alle Hawaii, sì al progetto di legge

Lo stato delle Hawaii dice no agli animali selvatici nei circhi e nelle fiere . Il Dipartimento dell'Agricoltura e Ambiente ha votato all'unanimità a favore di un progetto preliminare che vuole vietare sia l'importazione che il maltrattamento di alcune specie. Un primo importante passo per la fine dello sfruttamento degli animali selvatici durante queste manifestazioni. La norma, secondo la sua attuale formulazione, impone il divieto di sfruttare alcuni animali selvatici nei circhi e nelle fiere animali. Tra essi troviamo orsi, leoni e coccodrillo. Qualora il progetto fosse approvato, le Hawaii sarebbe il primo stato a imporre questo tipo di divieto. Ma si tratta di una buona notizia solo parziale visto che sia gli zoo di proprietà del governo che l'industria cinematografica e televisiva saranno esenti dal divieto. Si tratta pur sempre di un traguardo, giunto dopo la pubblicazione del durissimo video Tyke Elefante Outlaw che raccontava la storia di un elefante d

Il villaggio indonesiano dove tutti conoscono la lingua dei segni (FOTO e VIDEO)

In un villaggio situato a nord dell’isola di Bali, in Indonesia, tutti gli abitanti, udenti e non, sono in grado di esprimersi in Kata Kolok, una lingua dei segni unica nel suo genere, di origine rurale , indipendente sia dalla lingua internazionale dei segni che da quella indonesiana. Il risultato è una piccola comunità coesa e solidale, in cui la sordità non viene percepita come un handicap . Siamo a Bengkala, dove vivono circa 3.000 persone e dove la percentuale di residenti sordomuti è molto più alta che altrove, tanto che la località è stata ribattezzata Desa Kolok , che in balinese significa proprio “il villaggio sordo” . Attualmente, gli abitanti non udenti dalla nascita sono quarantadue. La diffusione della sordità in questo villaggio immerso nella foresta ha una spiegazione genetica: dipende infatti da un gene recessivo, il DFNB3, di cui è portatore il 10% della popolazione di Bengkala e che è presente nella zona da circa sette generazioni. Per anni, invece, gli abitanti

L'obesità danneggia (anche) il cervello

Il problema dell’ obesità  è sempre più diffuso e coinvolge purtroppo sia adulti che bambini. Si tratta di un fattore di rischio molto serio per alcune patologie, in particolare quelle che riguardano il sistema cardiovascolare. Ora però una nuova ricerca mette in guardia anche dagli effetti negativi di un eccesso di grasso corporeo sul cervello . Secondo lo studio condotto dal Medical College of Georgia , avere un corpo con eccessiva quantità di massa grassa danneggerebbe il funzionamento e le connessioni tra i neuroni cerebrali . Ciò avrebbe conseguenze davvero pesanti su diverse funzioni cognitive e sulla memoria. La ricerca, pubblicata sulla rivista Brain, Behavior and Immunity, ha evidenziato il processo che porta alla formazione di danni neuronali: l’eccesso di grasso genera infiammazione cronica nel corpo e l’organismo per fronteggiare la situazione attiva una vera e propria risposta autoimmune . Durante la sperimentazione, condotta purtroppo su modello animale, si è visto

Disastro ambientale in Brasile: il Rio Doce sta morendo, inquinato da fango tossico, arsenico e mercurio (FOTO)

Disastro ambientale in Brasile, arrivano le conferme sull’inquinamento del Rio Doce . Nel fiume sono stati rinvenuti livelli illegali di arsenico e di mercurio . L’Istituto per la gestione delle acque di Minas Gerais ha trovato livelli di arsenico più di dieci volte superiori ai limiti legali lungo il Rio Doce. Tutto ciò a seguito del crollo di due dighe avvenuto lo scorso 5 novembre . La tragedia ha portato alla morte di almeno 13 persone e sta distruggendo la fauna del Rio Doce e l’ambiente circostante, a causa del fango tossico che ha ormai raggiunto il mare . Il Rio Doce percorre 800 km dalla zona di Minas Gerais fino alla costa atlantica di Espirito Santo. Le società responsabili del disastro – Samarco , BHP Billiton PLC e Vale SA – continuano a sostenere che le sostanze presenti nelle acque del fiume dopo il crollo delle dighe non siano tossiche. Ma l’agenzia delle Nazioni Unite per i diritti umani ha dichiarato che esistono nuove prove che mostrano che il fango contiene

Civita di Bagnoregio, il meraviglioso borgo di tufo che rischia di scomparire per sempre

Il suo destino era forse già stato scritto da Bonaventura Tecchi che l'aveva denominata la "Città che muore" , una sorte che oggi sembra più realistica che mai, perché Civita di Bagnoregio , un bellissimo e suggestivo borgo della provincia viterbese, rischia davvero di scomparire. Questo piccolo gioiellino raggiungibile solo a piedi è, infatti, incastonato in un colle tufaceo minato alla base sia dalla continua erosione di due torrentelli che scorrono nelle valli sottostanti che, dalle piogge e dal vento. Un territorio, insomma, che non può farcela da solo , che ha bisogno di manutenzione per difendersi dalle calamità naturali. Le continue frane rischiano,infatti, di cancellare in un attimo storia, arte, cultura e tradizioni. Scenari fatti da case medievali abitate dalle poche famiglie rimaste e dal paesaggio quasi surreale dei calanchi argillosi, formatisi spontaneamente. La sua sopravvivenza è oggi in mano a un appello  rivolto all’ Unesco e fatto dal Presid

Fagioli saporiti

Ingredienti: 300 g di fagioli con l’occhio 3 foglie di alloro 1 pezzetto di alga kombu 1/2 cipolla 20 olive nere condite 4 cucchiai di capperi sotto sale 2 cucchiai di aceto di mele succo di 1/2 limone olio evo sale Procedimento: Ammollare i fagioli in acqua per 12 ore, cuocerli coperti di acqua con […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1IuPlkS che ringraziamo.

Riso di Marta

Ieri al Natural Expo di Rimini io e mio genero abbiamo assistito al bellissimo e profumato Show cooking di Marta Filipponi. Abbiamo assaggiato questo tortino di riso Venere. Ci è piaciuto e oggi è già pronto sulla nostra tavola. Io ho usato i germogli di aglio orientale invece che di senape. Bellissimo pomeriggio!Ingredienti: rucola pistacchi […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1XroPoG che ringraziamo.

Cop21, tutto il mondo in marcia per il clima. E a Parigi in piazza un mare di scarpe (VIDEO)

  Ieri nelle principali città del mondo la gente è scesa in piazza per manifestare, marciando per il clima . Un messaggio condiviso, partito dall'Australia e arrivato fino a Parigi, per ricordare che la Terra è l'unica casa che abbiamo e che occorre agire senza ulteriori ritardi per salvare il clima. Oggi nella capitale francese si sono aperti i lavori della Cop21 , la conferenza delle Nazioni Unite contro i cambiamenti climatici. Una Parigi blindata ha accolto i 150 rappresentanti dei vari paesi, compresi due dei maggiori inquinatori, finora restii a mollare a favore di un accordo globale vincolante per contenere il global warming, India e Cina. Nonostante la scarsa attenzione manifestata da tanti media, a Roma è stata grande la partecipazione alla marcia, partita da Campo de' fiori. Circa 20 mila persone hanno sfilato nella capitale per chiedere futuro verde e di pace. In #marciaperilclima, non potevamo non esserci. Abbiamo marciato anche per le migliaia di person

Massaggio Tui Na: cos’è, benefici e controindicazioni

Un rimedio naturale per rilassarvi e dare una sferzata di benessere al vostro corpo? Potreste ricercarlo nella medicina tradizionale cinese . Tra le sue mille sfaccettature, rientra il Tui Na , un tipo di massaggio millenario che potrebbe mettervi in pace con il mondo.  Il Tui Na (da “tuī”, spingere, e “na”, afferrare) è annoverato tra le prime tecniche di cura delle malattie: in molti, infatti, pensano che la storia del Tui Na sia la storia dell’arte del massaggio , usato anche da Bian Que, medico inventore del metodo diagnostico clinico, che lo usò con lo scopo di curare determinate patologie , come mezzo per riattivare le risorse individuali e velocizzare i processi di guarigione. Il Tui Na, dunque, si appoggia sulle stesse basi teoriche delle altre sue pratiche (l’agopuntura, la fitoterapia cinese, la dietetica medica, il Qi Gong e le tecniche complementari), ma può essere considerato una disciplina a se stante: chi la pratica, infatti, agisce sull’organismo tramite l’atti

Ognuno di noi è un’opera d’arte: i bambini con sindrome di Down ricreano dipinti famosi (FOTO)

La fotografa Soela Zani ha dato vita ad un progetto davvero straordinario che permette ai bambini con la sindrome di Down di immedesimarsi nei protagonisti dei dipinti più famosi del mondo. Il messaggio che la fotografa con il suo progetto vuole trasmettere a tutta l’umanità è molto semplice: ognuno di noi è un’opera d’arte . In questo modo i bambini con sindrome di Down hanno potuto partecipare a un’iniziativa davvero positiva. La fotografa pensa che sia necessario creare degli esempi positivi per educare i bambini e gli adulti di oggi e di domani in modo che possano porsi al meglio in relazione con le persone che appaiono “diverse” da loro. Le persone con bisogni speciali, come i bambini con la sindrome di Down, hanno bisogno di non essere vittime della discriminazione e di ricevere il giusto supporto sia dalla loro famiglia sia dalle persone che se ne prendono cura o che entrano in contatto con loro durante la vita quotidiana. Grazie al buon senso e ad una maggiore comprensio